Something Unknown


OldESPmachine“Something Unknown is doing we don’t know what”: qualcosa di sconosciuto sta facendo non sappiamo cosa. Questo è quanto disse Sir. Arthur Eddington, riferendosi ai principi della fisica quantistica, ma è sicuramente anche la considerazione che ha portato la giornalista Renée Scheltema a realizzare questo documentario, dopo che tre eventi inspiegabili si erano verificati in breve tempo nella sua vita. La sua spinta a comprendere se esiste dell’altro oltre ciò che percepiamo coi nostri sensi, e che la scienza riesce a spiegare, ha portato Renée ad incontrare personaggi di spicco del campo del paranormale, molti dei quali scienziati “pentiti”, pentiti di aver per molti anni cercato di spiegare alcuni fenomeni utilizzando soltanto il metodo sperimentale accettato dal campo accademico.

Il film individua 5 forme di espressione del paranormale: la telepatia, la chiaroveggenza, la preveggenza, la psicocinesi e la guarigione psichica. Charles Tart, psicologo e professore emerito di psicologia all’università di Davis, che da oltre 50 anni si occupa di parapsicologia, le chiama “le grandi 5”, perché riguardo ad esse sono stati fatti centinaia di esperienti, molti dei quali vanno a confermare la loro esistenza. E Tart rappresenta un po’ la guida di Renée in questo viaggio attraverso il paranormale, colui che le ha illuminato il cammino, liberandola dalla possibilità di cadere nella trappola di impostori, che in questo campo prolificano meravigliosamente. L’altro inseparabile compagno di viaggio di Renée è un cucchiaio, con l’incavo attorcigliato sul suo stesso manico, che rappresenta la prova tangibile tanto di un fenomeno di psicocinesi quanto del frutto di una frode. E questa sua ambivalenza ci porta costantemente a doverci porre sempre la stessa identica domanda senza risposta certa: come è possibile sapere se si tratta dell’uno o dell’altra? Perché è proprio questo l’obiettivo di questo film, indagare il campo del paranormale da un punto di vista neutro, senza schierarsi in maniera preconcetta né dall’uno né dall’altro lato, senza cioè negare il singolo fenomeno a priori perché non misurabile, e senza credervi in maniera preconcetta perché si cerca a tutti costi una conferma all’esistenza del paranormale in genere. Ma l’indagine di Renée è ben fatta, perché coinvolge scienziati interessati a comprendere e non a confermare o a smentire, persone che provengono dal mondo accademico e dotate degli strumenti che la scienza ha messo loro a disposizione, strumenti che utilizzano in esperimenti condotti in veri e propri laboratori, per rispondere in maniera obiettiva a queste domande: cosa ha da dire la scienza in campo di paranormale? Esiste qualcosa oltre ciò che percepiamo coi nostri 5 sensi? Uno di questi laboratori è lo IONS, l’Institute of Noetic Science, fondato nel 1973 dall’astronauta e fisico Edgar Mitchell con l’intento di studiare le scienze con una dimensione spirituale, e per Renée è un po’ il punto di riferimento attraverso tutta l’indagine. Nel suo viaggio, la giornalista fa la conoscenza di importanti nomi del campo, come Dean Radin, Hal Puthoff, Rupert Sheldrake, Gary Schwartz ed altri, ognuno dei quali porta il suo prezioso ed unico contributo alla comprensione delle “grandi 5” dando, quando possibile, un’interpretazione, se non una spiegazione, a fenomeni incredibili come la visione a distanza, la premunizione, la cura delle malattie con l’energia cosmica. Insomma, c’è da tenersi saldi ai braccioli della poltrona…

Il film dura più di un’ora e quaranta minuti ed è realmente ben fatto, con una voce narrante fuori campo che tiene le fila attraverso la trattazione delle “grandi 5” e tra gli interventi dei vari scienziati. Il suo punto di forza è che, pur non affrontando in maniera superficiale e scontata le tematiche trattate, ti lascia la voglia di approfondire ulteriormente i vari argomenti.

È sicuramente da vedere, sia per chi crede nel paranormale che per gli scettici.

INFORMAZIONI ADDIZIONALI:
Titolo originale: Something Unknown
Durata: 105’+ 3’ extra DVD
Produzione: Sudafrica
Anno: 2009
SPECIFICHE TECNICHE:
Formato video: 16:9 PAL colore
Audio: Italiano Inglese Stereo 2.0
TipoDVD: dvd-5
EXTRA DVD: Un cortometraggio a sorpresa
PREZZO: 24,50 €

sito web: http://www.mt0.it/it/store/something-unknown.aspx

foto:OldESPmachine.jpg

Share

Francesco Albanese

Psicologo, psicoterapeuta, giornalista. Da quasi quindici anni mi occupo di divulgazione on-line e su carta stampata. Sono fondatore responsabile delle riviste Neuroscienze.net e QuanticaMente.net.
Da sempre interessato agli aspetti psicologici legati alla dimensione spirituale dell’essere umano, sono alla continua ricerca dei punti di incontro tra scienza e spiritualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *