Il Linguaggio del Corpo e la comunicazione

Quando il corpo parla più della bocca

Sapevi che il tuo corpo parla attraverso un suo linguaggio, il linguaggio del corpo? E sapevi che spesso parla anche più della bocca?

Sì, è proprio così, e vale per tutti, non solo per te. Sia mentre parliamo, che mentre tacciamo, il nostro corpo partecipa in maniera attiva alla comunicazione. Gli psicologi chiamano il linguaggio del corpo linguaggio non verbale, proprio per il fatto che non si avvale del verbo, della parola, per comunicare. Si avvale invece di altre cose, come ad esempio della postura (cioè la posizione del corpo nello spazio), dei movimenti delle braccia e delle mani, delle gambe e dei piedi, della testa; ma anche della distanza, delle espressioni del volto, e di tanto altro ancora.

Insomma, se sappiamo guardare, il corpo di chi ci sta di fronte parla, e ci racconta tanto su quello che gli sta passando per la testa.

Trascuriamo il linguaggio del corpo e ci affidiamo al linguaggio verbale

Il linguaggio del corpo è un linguaggio vero e proprio, con i suoi codici e i suoi significati. È un linguaggio che ognuno di noi conosce intimamente, ma al quale non facciamo mai abbastanza caso, al quale non diamo mai abbastanza peso. Perché? Ma perché è molto più semplice ascoltare le parole di chi ci sta parlando, anziché sforzarsi di capire cosa ci stia dicendo il suo corpo! Molto più facile affidarsi alle sue parole che tentare di immaginare cosa voglia dire il fatto che ci sta guardando in un modo, piuttosto che in un altro, o che sta seduto con le gambe accavallate, anziché con le gambe stese e incrociate, no?

Anche perché, a volte il linguaggio del corpo e quello parlato dicono contemporaneamente due cose diverse. In questi casi, ci possiamo scommettere, siamo di fronte a una bugia.
Allora, imparare a decifrare il linguaggio del corpo e le espressioni del volto può voler dire scampare a “morte certa”, si fa per dire, cioè scampare alle grinfie di un bugiardo!